La nascita dell’autonomia scolastica alla fine degli anni ’90 ha permesso alla Scuola Italiana di aprire ad una serie di spazi progettuali molto importanti, soprattutto per quanto riguarda la definizione e la personalizzazione dell’offerta formativa. Tra questi spazi va certamente collocata la CLIL, intesa quale metodo immersivo per imparare le lingue.

Nato intorno agli anni settanta, questo metodo si diffonde in Europa soprattutto intorno agli anni novanta – dietro l’impulso delle esperienze del Canada- in concomitanza con la diffusione delle ricerche per nuovi metodi innovativi del Programma LINGUA, istituito dalla commissione Europea per ricercare nuovi metodi innovativi per l’insegnamento didattico.

Attraverso il CLIL, afferma la Commissione Europea sulle politiche che incoraggiano il multilinguismo, la lingua viene impiegata come mezzo per apprendere un contenuto e questo, a sua volta, diventa una risorsa per interiorizzare la lingua. Inoltre, il fatto di poter mettere subito in pratica la lingua veicolare in una situazione comunicativa autentica contribuisce ad alimentare i livelli di interesse e motivazione negli studenti. Bisogna aggiungere che questo metodo persegue anche altri obiettivi trasversali che vanno a centrare quelli posti dalle politiche comunitarie di orientamento: tra questi c’è la preparazione dei ragazzi a confrontarsi con società sempre più internazionalizzate, la creazione di migliori prospettive sul lavoro (livello socio-economico), la trasmissione di valori di tolleranza verso altre culture (livello socio-culturale).

Inoltre gli obiettivi “qualità” della scuola e dell’insegnamento, grazie al metodo CLIL, si raggiungono anche nel fatto che nel metodo vanno a concentrarsi diversi curricoli, a vantaggio dell’economia dei tempi di insegnamento e apprendimento.

A coloro che avranno superato la prova finale sarà rilasciato il Diploma del Corso di Perfezionamento in “PER UNA SCUOLA DI QUALITA’-LA STRATEGIA EUROPEA PER L’APPRENDIMENTO DELLE LINGUE E DELLE DISCIPLINE TRA RICERCA-AZIONE E INNOVAZIONE”

I Master ed i Corsi IRSAF/UNITELMA “Mondo Scuola” sono titoli valutabili secondo la normativa vigente della scuola italiana, sia per l’aggiornamento delle graduatorie di appartenenza dei docenti non ancora di ruolo, sia per la mobilità e la progressione di funzioni del personale docente con contratto a tempo indeterminato.

Informazioni
Tutte le informazioni ed i chiarimenti possono essere richiesti presso:

CENTRO SERVIZI TERRITORIALI IRSAF – UNITELMA SAPIENZA
Via San Martino 34, – 82016 – Montesarchio (BN) – Phone/Fax: +39 0824.83415
Via Gaetano Scirea 6 – 81030 – Orta di Atella (CE) – Phone/Fax: +39 081.8916865
website: www.irsaf.com e-mail: segreteria@irsaf.com